Provocati dal costante monito di Papa Francesco circa la necessità di una Chiesa in uscita abbiamo pensato a come poter concretizzare questo aspetto nell’ambito giuridico e canonico che costituisce il settore delle nostre competenze. Considerata la complessità della vita quotidiana e, a volte, delle relazioni ecclesiali che richiedono una sempre maggior specializzazione che consenta di fornire una risposta concreta ed adeguata, abbiamo pensato di costituire la realtà dei ‘Giuristi per la Pastorale’ per offrire le nostre competenze al ministero dei Vescovi, Presbiteri, Diaconi, Religiosi e Religiose e delle singole persone che potrebbero trovarsi nella necessità di un nostro contributo. Il team Giuristi per la Pastorale si propone di offrire attività di conduzione, affiancamento e consulenza nei vari settori del diritto canonico e civile. Esso è costituito da Docenti Universitari, Avvocati Rotali, della Curia Romana, Avvocati civilisti e penalisti in ambito statale.

Chi siamo

Il gruppo Giuristi per la Pastorale nasce con l’intento di dare una risposta concreta al costante monito di Papa Francesco che invita la Chiesa tutta ad essere in uscita. Spinti dalla consapevolezza che, a volte, il ministero o la vita stessa possono presentare situazioni complesse come anche si può avvertire la necessità di essere illuminati nel processo di discernimento e di decisione sulle varie situazioni che la vita della Chiesa comporta, ci siamo chiesti come poter rispondere, per l’ambito di nostra competenza, a tali necessità ed essere al contempo Chiesa in uscita; abbiamo così pensato di costituirci come Gruppo di Lavoro, formato da Docenti Universitari, Avvocati Rotali e della Curia Romana, Giudici Ecclesiastici, Avvocati Civilisti e Penalisti nell’ambito civile, per offrire un servizio alle Conferenze Episcopali, ai singoli Vescovi, Sacerdoti, Religiosi, Religiose, fedeli laici che dovessero trovarsi in situazioni di necessità. La complessità delle situazioni richiede oggi una sempre maggiore specializzazione e, per questo, desideriamo essere in uscita, non solo con la nostra consulenza, ma anche – se necessario – recandoci sul territorio per attività, anche, di conduzione e di affiancamento per la soluzione delle molteplici questioni quali, solo per citare qualche esempio, quelle penali, amministrative, matrimoniali, patrimoniali, etc. Il nome di cui ci siamo dotati vuole mettere in evidenza la nostra concezione di diritto quale strumento di servizio pastorale, necessario per una sana convivenza nella compagine ecclesiale.

Il logo

“Il libro aperto richiama chiaramente il codice di diritto canonico che si apre al servizio della Chiesa rappresentata dalla Croce. Le braccia della Croce sono protese sul mondo, il cui profilo è rappresentato come aperto verso l’alto, ad indicare che la missione della Chiesa ha come destinatari gli uomini ed è orientata alla comunione degli uomini con Dio e degli uomini tra loro. Il diritto è al servizio della comunione nella Chiesa ed è ordinato alla sua costitutiva dimensione missionaria”.

A. Pompili, Araldista